Quest’anno, tolta la parentesi estiva, la vita di ognuno di noi è stata travolta dallo spettro della pandemia che ha creato ansie, paure e sempre più spesso dolore, almeno stando al numero di coloro che ci hanno lasciati, anziani soprattutto.
La notizia che il virus si fa sempre più contagioso, con mutazioni dell’ultim’ora accompagnate pari passo da provvedimenti restrittivi per contenerne la diffusione, genera smarrimento e confusione: le certezze crollano e il senso di smarrimento acuisce le tensioni.
In una situazione così complessa, complici le difficoltà economiche, qualcuno potrebbe abbandonarsi alla disperazione e tingere a tinte fosche tutto ciò che lo circonda ed è a questo punto che il pensiero corre inevitabilmente alle nostre Famiglie ai nostri Atleti disabili che hanno saputo andare oltre il buio e creare resilienza, ossia alimentare la capacità di affrontare e superare gli eventi traumatici e le difficoltà che li hanno resi, loro malgrado, testimoni di vite spezzate, di terre bruciate su cui l’altruismo ha generato quella resilienza che oggi simbolicamente vi invitiamo a condividere con noi, come un cesto di fiori sorretto tra le braccia!
Cari soci, cari amici e collaboratori…buon e tanto Natale…in attesa dell’anno che verrà…magari in presenza 🤗 …